Nel corso dell’ultimo decennio la gestione assicurativa e finanziaria dei rischi catastrofali ha rapidamente scalato la lista delle priorità di intervento pubblico in numerosi paesi di area OCSE, anche in considerazione del crescente impatto economico degli eventi naturali estremi, quali terremoti, uragani ed inondazioni sulle attività umane. L’anno 2010 si è contraddistinto in Cile per una serie di importanti eventi, tra i quali l’accessione all’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE/OECD), a coronamento di un ripido percorso di sviluppo che ha premiato i notevoli sforzi compiuti da questa economia emergente; il cambio di governo, con l’elezione del Presidente Piñera Echenique; ed il devastante terremoto di magnitudo momento 8.8 (Mw) – seguito da un impetuoso tsunami – che ha colpito il territorio di questo paese in data 27 febbraio 2010. Il saggio esamina da un punto di vista giuridico gli assetti istituzionali e regolamentari correnti in Cile al tempo del terremoto, nonché le prospettive di riforma alla luce di un’analisi comparativa delle esperienze maturate in area OCSE.

La gestione assicurativa e finanziaria del rischio terremoto in Cile:analisi giuridica del corrente assetto istituzionale e delle prospettive di riforma alla luce dell’esperienza in area OCSE

A. MONTI
2011

Abstract

Nel corso dell’ultimo decennio la gestione assicurativa e finanziaria dei rischi catastrofali ha rapidamente scalato la lista delle priorità di intervento pubblico in numerosi paesi di area OCSE, anche in considerazione del crescente impatto economico degli eventi naturali estremi, quali terremoti, uragani ed inondazioni sulle attività umane. L’anno 2010 si è contraddistinto in Cile per una serie di importanti eventi, tra i quali l’accessione all’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE/OECD), a coronamento di un ripido percorso di sviluppo che ha premiato i notevoli sforzi compiuti da questa economia emergente; il cambio di governo, con l’elezione del Presidente Piñera Echenique; ed il devastante terremoto di magnitudo momento 8.8 (Mw) – seguito da un impetuoso tsunami – che ha colpito il territorio di questo paese in data 27 febbraio 2010. Il saggio esamina da un punto di vista giuridico gli assetti istituzionali e regolamentari correnti in Cile al tempo del terremoto, nonché le prospettive di riforma alla luce di un’analisi comparativa delle esperienze maturate in area OCSE.
Assicurazione; Terremoto; Tsunami; Rischio sismico; OCSE; Cile; Danno catastrofale
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.12076/853
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact