Il saggio prende spunto dal volume di Pietro Perconti, L’autocoscienza, e si concentra sulla tesi in esso difesa che la ricerca più recente mette in dubbio (a) l’idea gerarchica secondo cui essa è la funzione privilegiata della mente, una sorta di supervisore-comandante grazie al quale il soggetto governa il vascello del corpo; (2) l’immagine dello spettatore del “teatro cartesiano” già criticata da Dennett. Viene quindi argomentato cheuna delle conseguenze più stimolanti di ricerche come quelle di Perconti, che pongono l’accento sul tema dell’autocoscienza e lo fanno in un contesto apertamente naturalistico, è di mostrare che i destini del naturalismo e del riduzionismo neuro-biologico possono divergere. Questo perché la discussione sull’autocoscienza si apre strutturalmente al mondo del linguaggio, della cultura e degli artefatti cognitivi esterni al cervello. La chiave per una teoria dell’autocoscienza umana naturalisticamente accettabile e scientificamente adeguata si gioca sul terreno della possibile integrazionetra i vari livelli esplicativi.

Gli ingredienti dell’io

Di Francesco M
2010

Abstract

Il saggio prende spunto dal volume di Pietro Perconti, L’autocoscienza, e si concentra sulla tesi in esso difesa che la ricerca più recente mette in dubbio (a) l’idea gerarchica secondo cui essa è la funzione privilegiata della mente, una sorta di supervisore-comandante grazie al quale il soggetto governa il vascello del corpo; (2) l’immagine dello spettatore del “teatro cartesiano” già criticata da Dennett. Viene quindi argomentato cheuna delle conseguenze più stimolanti di ricerche come quelle di Perconti, che pongono l’accento sul tema dell’autocoscienza e lo fanno in un contesto apertamente naturalistico, è di mostrare che i destini del naturalismo e del riduzionismo neuro-biologico possono divergere. Questo perché la discussione sull’autocoscienza si apre strutturalmente al mondo del linguaggio, della cultura e degli artefatti cognitivi esterni al cervello. La chiave per una teoria dell’autocoscienza umana naturalisticamente accettabile e scientificamente adeguata si gioca sul terreno della possibile integrazionetra i vari livelli esplicativi.
Io; Autocoscienza
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.12076/467
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact