During the past years the economic and financial impact of earthquakes has drastically grown all over the world and the outlook is not reassuring. At a time in which any decision concerning the expenditure of public resources must be carefully weighed, it is not surprising that the financial management of catastrophic risks has gained a central position in the political agenda of OECD governments, becoming an absolute priority also within the G20. In general, there is a trend towards the establishment of institutional mechanisms aimed at coordinating public and private sectors initiatives in the field of prevention and compensation of losses and damages caused by catastrophic events. In particular, participants in the insurance, reinsurance and financial markets can be called upon to play an important role in the context of a modern comprehensive and integrated financial management strategy, aimed at coping with such risks. This article deals with the different institutional mechanisms, involving the public sector and the private insurance sector, set up to share the costs of earthquakes in France, Japan, Mexico, New Zealand and Turkey. The international experience may inform decisions in Italy on how best to allocate and invest public resources, in partnership with the private insurance sector, with a view to incentivize the prevention and mitigation of earthquake risk and the reduction of its economic costs in the long run.

Nel corso degli ultimi anni l’impatto economico e finanziario dei terremoti è drasticamente aumentato a livello mondiale e le prospettive future non sono certo tra le più confortanti. In un momento storico in cui ogni scelta in materia di impiego delle finanze pubbliche deve essere attentamente ponderata, non sorprende che il tema della gestione finanziaria dei rischi catastrofali abbia guadagnato una posizione centrale nell’agenda politica dei governi dei paesi OCSE, tanto da assumere carattere di priorità assoluta anche in seno al G20. Da un punto di vista generale, è possibile osservare una tendenza diffusa a stabilire meccanismi istituzionali finalizzati al coordinamento delle iniziative promosse dal settore pubblico e da quello privato per la prevenzione e la compensazione dei danni cagionati da eventi catastrofali. In particolare, giova sottolineare il ruolo che gli operatori del mercato assicurativo, riassicurativo e finanziario possono essere chiamati a svolgere nell’ambito di una moderna strategia integrata di gestione finanziaria di questi rischi. Il presente articolo illustra i diversi accordi raggiunti tra settore pubblico e settore assicurativo privato per la ripartizione dei danni derivanti da terremoti in Francia, Giappone, Messico, Nuova Zelanda e Turchia. L’esperienza internazionale può aiutare l’Italia a comprendere come meglio sia possibile allocare le risorse pubbliche, in partnership con il settore assicurativo privato, al fine di innescare meccanismi incentivanti diretti a favorire l’adozione di misure di prevenzione e mitigazione con l’obiettivo di lungo termine di ridurre i costi economici degli eventi sismici.

L’assicurazione del rischio sismico nell’esperienza internazionale

MONTI A
2014

Abstract

Nel corso degli ultimi anni l’impatto economico e finanziario dei terremoti è drasticamente aumentato a livello mondiale e le prospettive future non sono certo tra le più confortanti. In un momento storico in cui ogni scelta in materia di impiego delle finanze pubbliche deve essere attentamente ponderata, non sorprende che il tema della gestione finanziaria dei rischi catastrofali abbia guadagnato una posizione centrale nell’agenda politica dei governi dei paesi OCSE, tanto da assumere carattere di priorità assoluta anche in seno al G20. Da un punto di vista generale, è possibile osservare una tendenza diffusa a stabilire meccanismi istituzionali finalizzati al coordinamento delle iniziative promosse dal settore pubblico e da quello privato per la prevenzione e la compensazione dei danni cagionati da eventi catastrofali. In particolare, giova sottolineare il ruolo che gli operatori del mercato assicurativo, riassicurativo e finanziario possono essere chiamati a svolgere nell’ambito di una moderna strategia integrata di gestione finanziaria di questi rischi. Il presente articolo illustra i diversi accordi raggiunti tra settore pubblico e settore assicurativo privato per la ripartizione dei danni derivanti da terremoti in Francia, Giappone, Messico, Nuova Zelanda e Turchia. L’esperienza internazionale può aiutare l’Italia a comprendere come meglio sia possibile allocare le risorse pubbliche, in partnership con il settore assicurativo privato, al fine di innescare meccanismi incentivanti diretti a favorire l’adozione di misure di prevenzione e mitigazione con l’obiettivo di lungo termine di ridurre i costi economici degli eventi sismici.
During the past years the economic and financial impact of earthquakes has drastically grown all over the world and the outlook is not reassuring. At a time in which any decision concerning the expenditure of public resources must be carefully weighed, it is not surprising that the financial management of catastrophic risks has gained a central position in the political agenda of OECD governments, becoming an absolute priority also within the G20. In general, there is a trend towards the establishment of institutional mechanisms aimed at coordinating public and private sectors initiatives in the field of prevention and compensation of losses and damages caused by catastrophic events. In particular, participants in the insurance, reinsurance and financial markets can be called upon to play an important role in the context of a modern comprehensive and integrated financial management strategy, aimed at coping with such risks. This article deals with the different institutional mechanisms, involving the public sector and the private insurance sector, set up to share the costs of earthquakes in France, Japan, Mexico, New Zealand and Turkey. The international experience may inform decisions in Italy on how best to allocate and invest public resources, in partnership with the private insurance sector, with a view to incentivize the prevention and mitigation of earthquake risk and the reduction of its economic costs in the long run.
ASSICURAZIONE ; DIRITTO COMPARATO; COMPARATIVE LAW; INSURANCE; PARTENARIATO PUBBLICO-PRIVATO; PUBLIC-PRIVATE PARTNERSHIP
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.12076/331
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact