La tettonica distensiva ha profondamente segnato il paesaggio della regione Umbria che risulta attraversata, da Nord Ovest a Sud Est, da due ampie depressioni pressoché continue; parallele a queste, ai margini orientali della regione, se ne individuano altre di estensione più ridotta. Le depressioni sono articolate in “conche intermontane”, attraversate dai corsi d’acqua che formano il reticolo idrografico dell’alto bacino del F. Tevere. In queste conche viene ancora oggi trasportato e accumulato il materiale clastico eroso dai rilevi circostanti. Il tipo di deposizione più frequente è operato dai corsi d’acqua in forma di conoidi. Le caratteristiche e la geometria di questi corpi sedimentari permettono di ricostruirne l’evoluzione e suggeriscono il grado di attività delle faglie che interessano la regione Umbria.

I conoidi nell’evoluzione delle conche intermontane umbre.

TARAMELLI, ANDREA;
2005

Abstract

La tettonica distensiva ha profondamente segnato il paesaggio della regione Umbria che risulta attraversata, da Nord Ovest a Sud Est, da due ampie depressioni pressoché continue; parallele a queste, ai margini orientali della regione, se ne individuano altre di estensione più ridotta. Le depressioni sono articolate in “conche intermontane”, attraversate dai corsi d’acqua che formano il reticolo idrografico dell’alto bacino del F. Tevere. In queste conche viene ancora oggi trasportato e accumulato il materiale clastico eroso dai rilevi circostanti. Il tipo di deposizione più frequente è operato dai corsi d’acqua in forma di conoidi. Le caratteristiche e la geometria di questi corpi sedimentari permettono di ricostruirne l’evoluzione e suggeriscono il grado di attività delle faglie che interessano la regione Umbria.
Conoidi alluvionali; Morfotettonica; Umbria.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.12076/195
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact