I dati sulla selezione degli ausiliari essere e avere nell'Italiano infantile vengono presentati. Lo studio si basa su un'analisi di un corpus di produzione spontanea e sulla comprensione e la produzione dell'ausiliare avere. I risultati mostrano che l'ausiliare essere appare prima di avere e con maggior robustezza rispetto ad avere. I predicati che selezionano avere sono più complessi sia per il maggior numero di argomenti, per le costruzioni che implicano i clitici oggetti e per le letture aspettuali della classe degli inergativi.

Auxiliaries and Verb Classes A longitudinal analysis of the auxiliary split in L1 Italian

Lorusso Paolo
2015

Abstract

I dati sulla selezione degli ausiliari essere e avere nell'Italiano infantile vengono presentati. Lo studio si basa su un'analisi di un corpus di produzione spontanea e sulla comprensione e la produzione dell'ausiliare avere. I risultati mostrano che l'ausiliare essere appare prima di avere e con maggior robustezza rispetto ad avere. I predicati che selezionano avere sono più complessi sia per il maggior numero di argomenti, per le costruzioni che implicano i clitici oggetti e per le letture aspettuali della classe degli inergativi.
Ausiliari; Acquisizione; Italiano; Bambini; Tempi composti; Aspetto
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12076/3828
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact